LA PASSEGGIATA CON IL CANE

Il bello di avere un cane, oltre alla compagnia, l’affetto incondizionato e l’effetto positivo sul nostro umore, è che ci costringe a fare un po’ di salutare attività fisica. Per il cane, la passeggiata è uno dei momenti più belli della giornata perché non solo consente anche a lui un po’ di sano movimento, ma gli offre un momento di stimolazione mentale e di socializzazione. Non trascurate quindi di portarlo in passeggiata tutti i giorni. Perché sia voi che il cane possiate trarne il massimo beneficio, occorre seguire qualche semplice regola.

 

1. Attenti alle temperature

2. Usate il guinzaglio

3. Dedicate alla passeggiata un tempo sufficiente

4. Un po’ di etichetta

5. L’interazione cane-cane

6. Piccoli premi

7. Routine


1. Attenti alle temperature

Anche i cani soffrono il caldo e lo si può notare da come ansimano d’estate (soprattutto le razze brachicefale, come boxer, carlini e bulldog). Durante l’estate, che ormai offre spesso un clima insopportabilmente torrido, evitate le passeggiate durante le ore più calde, soprattutto in città sul cemento: Fido potrebbe andare incontro a un colpo di calore. L’asfalto rovente, inoltre, può letteralmente ustionare i cuscinetti delle zampe.

Uscite invece al mattino o alla sera e portate con voi dell’acqua fresca da offrire se Fido vi sembra eccessivamente accaldato. Esistono delle pratiche ciotole pieghevoli, leggere e che occupano pochissimo spazio.

D’inverno avremo ovviamente il problema opposto. Un cane di grande taglia e a pelo lungo starà benissimo al freddo, anzi probabilmente lo gradirà molto di più del caldo estivo. Un cane di piccola taglia, soprattutto a pelo corto, tende invece a perdere calore rapidamente e va protetto con il cappottino.

2. Usate il guinzaglio

Tenere il cane al guinzaglio durante la passeggiata non solo è obbligatorio, ma è anche necessario per la sua sicurezza. Basta un attimo perché l’animale, attirato da qualcosa per lui interessante, sfugga al controllo e corra via, perdendosi o magari finendo per essere investito. Un cane esuberante inoltre può far cadere un bambino o una persona in bicicletta, causando guai seri. Preferite i guinzagli a pettorina, che permettono di controllare il cane senza stringere la gola. Se il cane tende a tirare funzionano ancora meglio le pettorine che hanno l’aggancio per il guinzaglio sul davanti.

Durante le passeggiate evitate i guinzagli che si allungano: espongono il cane a rischi inutili e non permettono di controllarlo, risultando pericolosi e diseducativi.

 

I cani aggressivi, inoltre, devono portare la museruola: meglio prevenire che dover rispondere di un’aggressione da parte del proprio cane. Fido può correre liberamente solo negli appositi spazi dedicati ai cani, purché sia abbastanza obbediente e di buon carattere da non causare problemi agli altri cani e ai loro padroni.

3. Dedicate alla passeggiata il tempo sufficiente

Non lasciate che la passeggiata serva solo a permettere al cane di espletare i propri bisogni fisiologici, per poi riportarlo subito a casa. Lasciategli tempo adeguato per camminare, esplorare e annusare. Con il loro fiuto finissimo i cani percepiscono odori a noi ignoti che veicolano tantissime informazioni, come se leggessero l’edizione locale del giornale.

4. Un po’ di etichetta

Non dimenticate le buone maniere! Se avete un cane maschio non sterilizzato, non lasciate che marchi con l’urina vetrine e portoni. Portate con voi i sacchetti igienici per raccogliere le feci e tenete pulita la città.

Alcuni cani sono molto amichevoli e vorrebbero salutare tutti i passanti che incontrano. La cosa può far piacere a molte persone, ma non a tutte. Usate un po’ di tatto e regolatevi secondo chi avete davanti. Un cane sconosciuto che salta sulle gambe può spaventare e comunque non tutti gradiscono le zampate di un cane sui vestiti o sulla pelle nuda delle gambe.

Se invece Fido non ama l’interazione con gli estranei perché ne ha paura o è aggressivo con chi non conosce, non permettete che venga accarezzato e avvertite chi gli si avvicina di lasciarlo stare.

5. L’interazione cane-cane

Se il vostro cane ne incontra un altro gli scenari possibili sono moltissimi. L’ideale è che entrambi siano al guinzaglio e ben educati. Non permettete al cane di abbaiare furiosamente e premiatelo se si comporta in modo calmo e amichevole. È normale che due cani che si incontrano vogliano annusarsi reciprocamente ma permettete di farlo solo con cani che appaiano calmi e amichevoli: se il vostro cane lo è , non vuol dire che lo siano anche gli altri. Un incontro con un soggetto aggressivo potrebbe traumatizzare il vostro cane e renderlo eccessivamente pauroso quando incontra un suo simile. Viceversa, se il vostro cane è aggressivo con gli altri cani, tenetelo ben stretto e lasciategli la museruola. Gli incidenti in cui un cane viene aggredito da un suo simile riportando gravi ferite sono molto frequenti.

Se quando vede un altro cane Fido è così eccitato da non riuscire a tenerlo sotto controllo, potrebbe essere una buona idea contattare un addestratore per insegnargli come ci si comporta in società. Nel frattempo, per evitare l’incontro, cambiate direzione.

6. Piccoli premi

Portate con voi qualche premio per ricompensare Fido quando si comporta bene, ad esempio se cammina tranquillamente al vostro fianco senza tirare, obbedisce ai comandi e resta tranquillo quando si avvicina un altro cane o una persona. Non usate i premi per controllare comportamenti sbagliati, ad esempio se tira e abbaia, per riguadagnare la sua attenzione.

7. Routine

Poiché la passeggiata è tanto utile per il cane, fate in modo che diventi una routine. Vincete la pigrizia e uscite a divertivi con Fido. Sarà un modo per passare del tempo con il vostro cane e rafforzare il legame che vi unisce.